ebola-2

L’Ebola corre più veloce del vaccino. Quando questo sarà pronto, il virus potrebbe aver già contagiato troppe persone nel mondo. Questo il quadro poco rassicurante che ha fatto alla Bbc Ripley Ballou, il capo della divisione vaccini dell’azienda Gsk, che sta sviluppando quello più avanzato. “Occorre acquisire l’abilità di produrre il vaccino su larga scala – […]

Una dose di vaccino

I genitori italiani sono sempre più diffidenti nei confronti dei vaccini. È quanto emerge da un’indagine condotta dall’Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paidòss), presentata al I Forum internazionale dell’infanzia, dell’adolescenza e della famiglia, in corso a Napoli. Quattro persone su dieci credono che i vaccini siano causa di febbre, allergie o convulsione. Oppure […]

esavalente

Perché somministrare un vaccino unico contenente sei ceppi invece dei quattro obbligatori? I consumatori se lo chiedono e il Tribunale di Torino accoglie l’esposto.

influenza-stagionale

Il virus quest’anno colpisce soprattutto muscoli e articolazioni e si associa a una forte impennata di febbre, costringendo a letto anche per oltre una settimana.

Vaccino

Per la rivista Science è colpa del vaccino.

zanzara malaria

Finora efficace nel 100 per cento dei casi.

diabete giovanile

I ricercatori: “spegne” la risposta immunitaria.

vaccinazione foto grande

Secondo l’OMS ogni anno, grazie alle vaccinazioni, vengono evitate 2-3 milioni di morti.

HIV-Vaccine

Un immunogeno molto promettente nella strada verso un vaccino contro l’Hiv-1.

foto

Il vaccino contro l’influenza dimezzerebbe i rischi di infarto e di ictus cerebrale sia in pazienti sofferenti di disturbi cardiovascolari che in persone sane. Un nuovo studio canadese condotto al ”Women college hospital and university” di Toronto ha seguito per oltre 12 mesi 3.227 volontari di eta’ media 60 anni: la meta’ di loro e’ stata correttamente sottoposta a vaccino contro l’influenza, mentre l’altra meta’ ha ricevuto un’iniezione di placebo.

foto

Domenica 18 novembre è stato l’ultimo giorno di attivita’ per il numero gratuito di pubblica utilita’ 1500, attivato il 26 ottobre scorso dal Ministero della Salute per fornire direttamente ai cittadini informazioni e risposte sul provvedimento di sospensione dei vaccini antinfluenzali Novartis e sulla campagna di vaccinazione.

foto

A seguito dell’esito delle indagini e’ stato rimosso il divieto di utilizzo dei vaccini antinfluenzali fabbricati dalla Novartis V&D, adottato in via precauzionale a tutela della salute pubblica .

foto

Dal 26 ottobre alle 9 sarà attivo il numero gratuito di pubblica utilità 1500 per fornire direttamente ai cittadini informazioni e risposte sul ritiro dei vaccini antinfluenzali Novartis e sulla campagna di vaccinazione. Lo rende noto il ministero della Salute. Il numero sarà attivo sette giorni su sette dalle 9 alle 18.

foto

Vaccinazione influenzale al via da metà ottobre con l’obiettivo di vaccinare il 95 per cento della popolazione a rischio e di eta’ superiore ai 65 anni.

foto

I virus che determineranno la stagione influenzale alle porte rischiano di essere più aggressivi del solito. Lo affermano gli esperti della Sita (Società italiana di terapia Antinfettiva, Antibatterica, Antivirale, Antifungina) secondo cui quest’anno più che mai conviene vaccinarsi.

foto

Nonostante i due nuovi ceppi del virus in arrivo è ancora presto per fare previsioni sull’andamento dell’influenza di questa stagione. Lo afferma Giancarlo Icardi, ordinario della Facoltà di Medicina dell’università di Genova, secondo cui comunque la parola d’ordine rimane vaccinarsi, soprattutto per le categorie a rischio.

foto

La vaccinazione contro il virus dell’epatite A nei bambini di meno di due anni rimane efficace per almeno una decade. Lo ha scoperto uno studio del Cdc di Atlanta pubblicato dalla rivista ‘Hepatology.

foto

Se la notte si dorme poco, i vaccini saranno meno efficaci. A dirlo è uno studio della University of California di San Francisco pubblicato sulla rivista ”SLEEP”.

foto

Sono positivi i risultati della sperimentazione di fase I di un nuovo vaccino antitumorale, chiamato Tspp, testato per il cancro al colon e al polmone. Lo studio, spiega l’Aou di Siena, è stato condotto al policlinico senese Santa Maria alle Scotte dalla microbiologa Maria Grazia Cusi e dall’oncologo Pierpaolo Correale, con la collaborazione della Farmacia ospedaliera. Obiettivo principale di questa fase era ”testare la tossicità e, conseguentemente, l’attività immunobiologica del Tspp che agisce su un enzima importante per la vita delle cellule tumorali”.

foto

Ricercatori della Emory University negli Stati Uniti hanno scoperto che il vaccino contro l’influenza pandemica H1N1 del 2009 è in grado di produrre anticorpi utili per proteggere da molti ceppi influenzali differenti.

Visite de S.A.R. La Princesse de Hanovre Villa Bianca 2012

E’ il solo tumore che sappiamo prevenire davvero, perchè di origine virale, eppure molti Stati europei, compreso il nostro, non fanno tutto quello che si potrebbe fare in termini di vaccinazione e screening.