pancia

La gravidanza e in particolar modo la prima gravidanza porta con sé una rivoluzione sia nel corpo della donna sia in tutto ciò che ruota intorno a lei, dal rapporto di coppia a quello con la famiglia d’origine, dal rapporto con il suo corpo e tutto ciò che la sua psicologia muove dentro di sé.

foto

La carenza di vitamina D nel primo trimestre di gravidanza e’ legata a un piu’ basso peso alla nascita del bebe’. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism e condotto da Lisa Bodnar, della Pitt Public Health’s Department of Epidemiology.

foto

Antidepressivi molto comuni come gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Ssri) comportano un elevato rischio di interruzione della gravidanza, nascite premature, complicazioni di salute neonatale e, a lungo termine, anomalie neurocomportamentali come l’autismo. Lo studio del Beth Israel Deaconess Medical Center è stato pubblicato sulla rivista Human Reproduction.

foto

”L’autismo ha un’origine prenatale. I fenomeni patologici devono aver luogo nel primo trimestre di gravidanza perchè si possa assistere ad una sindrome autistica. La ricerca scientifica ha dimostrato che un cervello perfettamente formato alla nascita non può andare incontro all’autismo”. Lo ha affermato il professore Antonio Persico, direttore del Laboratorio di Psichiatria molecolare e neurogenetica dell’Universita’ ”Campus Bio-Medico’ di Roma, al convegno sull’autismo promosso dall’esponente dell’Udc Paola Binetti a Palazzo Marini.

foto

Esperti di fama mondiale si sono ritrovati a Roma per partecipare al convegno, primo in Italia, sulla terapia dell’infezione da Citomegalovirus.

foto

La prima gravidanza, per le donne, è quella più difficile. Dopo questo “esordio”, infatti, la gestazione diventa molto più agevole da affrontare.

foto

Non solo l’acido folico andrebbe aggiunto alla dieta delle donne incinte ma anche la colina, nutriente essenziale incluso nelle uova e nella carne capace di abbassare il rischio che il bebè sia vulnerabile alle patologie correlate allo stress, come i disturbi mentali e le condizioni croniche come l’ipertensione.

foto

Fumare in gravidanza potrebbe far nascere un bambino destinato a diventare obeso e, probabilmente, indurrebbe dei cambiamenti strutturali nel cervello che lo porteranno a preferire i cibi grassi.

foto

Dopo tre o più aborti aumenta il rischio che il bambino nasca sottopeso oppure prematuramente. A dirlo è una ricerca del National Institute for Health and Welfare di Helsinki, Finlandia.

foto

Mangiare noci o noccioline in gravidanza riduce il rischio che il bimbo sviluppi allergie almeno fino all’età di sette anni. E’ quanto dimostra una ricerca dello Statens Serum Institute di Copenaghen.

foto

Gli uomini che stanno meditando di fare un figlio dovrebbero prima rimettersi in forma, secondo uno studio dell’Università di Melbourne.

foto

Gli apporti nutritivi durante la gravidanza possono trasformarsi in depositi di grasso che aumentano il rischio obesità del bambino oppure possono mutarsi in risorse che accrescono il cervello.

foto

Una futura mamma su 5 durante la gravidanza può ammalarsi gravemente di depressione. Ora, un nuovo studio ha mostrato che lo yoga può ridurre i sintomi depressivi e rafforzare anche il senso materno.

foto

Le donne che in gravidanza prendono molti caffè possono stare tranquille, perche’ non influirà sull’eventuale iperattività del nascituro.

foto

Durante la gravidanza la popolazione dei batteri dell’intestino cambia profondamente per aiutare il metabolismo della mamma a supportare quello del feto che cresce.

foto

L’esposizione in utero a campi magnetici relativamente forti, come quelli generati dai forni a microonde o dai dispositivi wi-fi, aumentano il rischio di obesità nei bambini.

foto

Le donne che fumano marijuana possono più che raddoppiare la probabilità di dare alla luce un bambino prematuro. Lo studio della University of Adelaide è stato pubblicato sulla rivista ‘PLoS ONE’.

foto

”La gravidanza è la principale causa di morte al mondo per le teenager: un milione di loro ogni anno muore, subisce danni permanenti, si ammala o ha gravi infezioni a causa della gravidanza e del parto”. Questi alcuni degli allarmati dati lanciati da Save the Children nel rapporto Il diritto di ogni donna.

foto

Il test si effettua semplicemente da un campione di sangue materno ed evita quindi alla donna in attesa di un bimbo di sottoporsi ad esami invasivi e potenzialmente pericolosi come la amniocentesi.

foto

La prole sviluppa già prima di nascere la predilezione per il cibo ad alto contenuto di grassi, sale e zucchero, se questa è la dieta materna durante la gravidanza, e sarà poi più suscettibile all’obesità. Secondo una ricerca dell’Università del South Australia, anche se dopo lo svezzamento il piccolo è alimentato con cibi sani, continuerà a preferire il cibo spazzatura.

foto

Le donne che usano pillole anticoncezionali, cerotti o anelli vaginali hanno una probabilità 20 volte superiore di restare incinta, rispetto a quelle che ricorrono ad apparecchi intrauterini (IUD) o impianti sistemati sotto la pelle delle braccia.