Sicilia, al via riorganizzazione del Centro Regionale Sangue

di oggisalute | 9 settembre 2014 | pubblicato in Attualità
Lucia Borsellino ass reg Salute Sicilia

Con decreto dell’assessore della Salute della Regione Siciliana, Lucia Borsellino, è stato dato l’avvio al potenziamento ed alla riorganizzazione del Centro Regionale Sangue, istituito presso il Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico.

Il nuovo Centro Regionale Sangue, operando in stretto raccordo con il Centro Nazionale Sangue, si avvarrà infatti  del contributo di professionalità provenienti dalle aziende sanitarie con solida e documentabile esperienza in materia trasfusionale vista la particolare connotazione tecnica di questo settore. Questo personale verrà utilizzato mediante accordi di collaborazione con le aziende sanitarie  presso l’Assessorato della Salute, utilizzando appositi finanziamenti che sono già stati corrisposti alla Regione da parte del Ministero della Salute.

Una soluzione quest’ultima destinata a generare quelle auspicabili misure di contenimento della spesa regionale anche in quest’ ambito dell’assistenza sanitaria, dando nel contempo continuità alle azioni già avviate per migliorare l’operatività del settore. “Grazie all’attività profusa in questi anni – evidenzia il dirigente generale Ignazio Tozzo – la Sicilia ha raggiunto finalmente la propria autonomia per l’approvvigionamento del sangue e il nuovo decreto ha lo scopo di consolidare i risultati lusinghieri fin qui ottenuti”.

Grazie ai finanziamenti ministeriali erogati sarà possibile prevedere ulteriori investimenti per allineare il modello organizzativo regionale delle attività trasfusionali alle linee di tendenza nazionali. L’obiettivo della riorganizzazione è quello di assicurare un coordinamento e un controllo tecnico delle attività trasfusionali ancora più stringente ed efficace anche in relazione al prossimo appuntamento con l’Europa che ha già richiesto agli Stati membri di ispezionare e accreditare le proprie strutture, pubbliche o gestite dalle associazioni dei donatori, entro il mese di dicembre di quest’anno per garantire la qualità e la sicurezza del sangue e degli emocomponenti.

“In virtù dell’organizzazione stabile che si è inteso conferire al Centro Regionale Sangue e all’attribuzione di un’autonomia organizzativa e finanziaria, senza creare nuove strutture sovrapposte e conseguendo economie di spesa sul bilancio regionale – sottolinea l’assessore Lucia Borsellino – vogliamo migliorare la qualità e l’operatività delle strutture trasfusionali, accompagnando il percorso dell’accreditamento anche con un sostegno finanziario mirato. Penso che questa sia la migliore risposta alle legittime preoccupazioni manifestate nelle scorse settimane  da qualificati professionisti del settore”.

Il conseguimento dell’accreditamento costituisce un appuntamento inderogabile e sottolineato dallo stesso Ministro della Salute al presidente della Regione, che la Sicilia intende rispettare anche in funzione dell’impegno che, nel corso di questi ultimi anni, hanno profuso in questo settore le associazioni dei donatori volontari di sangue e le aziende sanitarie sedi dei Centri trasfusionali.

“Questo intervento – afferma l’assessore Lucia Borsellino – contribuisce a consolidare un modello organizzativo in una fase strategica, quella dell’accreditamento dei centri trasfusionali e delle unità di raccolta associative, per l’innalzamento dei livelli di qualità e sicurezza del sistema trasfusionale siciliano”.

Lascia un commento

pharmacy24.com.ua

steroid-pharm.com

www.adulttorrent.org