“Medicina e nuove forme di tutela”, convegno dell’Ospedale Israelitico di Roma

di oggisalute | 1 marzo 2017 | pubblicato in Attualità
ospedale-israelitico

L’Ospedale Israelitico di Roma organizza il convegno “La primavera della salute. Medicina e nuove forme di tutela”. Mercoledì 1 marzo alle ore 17 presso il centro ebraico Il Pitigliani (Via arco de’ Tolomei 1), in collaborazione con l’associazione Alternativa Europea, sarà presentata la legge “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”. Saranno divulgate le principali novità della nuova normativa riguardo alle strutture e al personale sanitario.

Dopo i saluti istituzionali di Bruno Sed, Presidente dell’Ospedale Israelitico, e Giuseppe Lavra, presidente dell’Ordine de Medici chirurghi e odontoiatri di Roma, interverranno Stefano Rodotà, professore emerito di Diritto civile presso La Sapienza Università di Roma; Federico Gelli, relatore della legge alla Camera dei Deputati; Guido Alpa, professore di Diritto Privato presso La Sapienza Università di Roma; Bartolomeo Romano, professore di Diritto Penale dell’Università di Palermo; Luca Di Donna, professore di Diritto Privato Europeo presso La Sapienza Università di Roma; Gaia Garofalo, vice-presidente AIOP Lazio Giovani; Domenico Pittella, docente di management sanitario presso la Sapienza Universita’ di Roma. Modererà Olimpia Troili, presidente di Alternativa Europea.

“Il disegno di legge sulla responsabilità professionale e la sicurezza delle cure è un provvedimento atteso ormai da oltre un decennio. L’obiettivo della legge – spiega l’onorevole Gelli – è aumentare le tutele dei professionisti prevedendo, al contempo, nuovi meccanismi a garanzia del diritto al risarcimento da parte dei cittadini danneggiati da un errore sanitario. L’assenza di un chiaro inquadramento legislativo su questa materia ha tolto in tutti questi anni serenità a medici e professionisti e, soprattutto, ha comportato come ricaduta l’enorme costo della medicina difensiva che pesa sul nostro sistema salute”.

“Con questa legge – continua il relatore – abbiamo regolamentato l’attività di gestione del rischio sanitario e modificato la responsabilità penale e civile per gli esercenti la professione. E ancora, nel testo si fa riferimento all’obbligo per tutte le strutture sanitarie pubbliche e private di essere provviste di una copertura assicurativa, e si ribadisce l’obbligatorietà dell’assicurazione per tutti i liberi professionisti. Dal lato dei pazienti, poi, sono state previste nuove misure, come quella riguardante la trasparenza dei dati. Verrà infine istituito un Fondo di garanzia per il rimborso dei danni derivati da responsabilità sanitaria”, conclude Gelli.

Lascia un commento

http://rezeptfrei-viagra.com

https://surrogacycmc.com

Предлагаем вам со скидкой alfaakb.com в любом городе.