La relazione tra mente e corpo nelle malattie dermatologiche

di oggisalute | 27 settembre 2018 | pubblicato in Attualità
ospedale la maddalena

Il ruolo dello stress nei pazienti oncologici e le relazioni tra mente e corpo. Saranno questi alcuni degli aspetti di cui si discuterà nel corso dell’incontro “L’errore di Cartesio, il corpo, la mente e la dermatologia”, che si svolgerà sabato 29 settembre, nell’aula congressi del Dipartimento oncologico “La Maddalena” di Palermo. Si tratta dell’appuntamento annuale organizzato dal centro studi Oncoderm, con l’Adoi, Associazione dermatologi ospedalieri italiani.

Nel corso di due sessioni, una mattutina, l’altra pomeridiana, esperti provenienti da diverse parti d’Italia, si confronteranno sulle interazioni tra la biologia del corpo e lo stato della mente, variabili e spesso sottostimate, che possono condizionare l’insorgere e il decorso di molte patologie dermatologiche.

Schermata 2018-09-27 alle 11.55.30Responsabile scientifico del congresso è Giuseppe Noto, a capo dell’Unità operativa di Dermatologia de “La Maddalena” e presidente dell’associazione Oncoderm. Parteciperanno, inoltre, Anna Graziella Burroni, dermatologa dell’Università di Genova; Gabriella Pravatà, specialista in dermatologia a Trento; Lucio Sarno, ordinario di psicologia clinica all’Università Vita e Salute “San Raffaele” di Milano; Francesco Scarito, responsabile del servizio di psicologia a “La Maddalena”; Matilde Vigneri, psicoanalista e neurologa di Palermo e Leonardo Zichichi, responsabile dell’Unità operativa di dermatologia dell’ospedale “Sant’Antonio Abbate” di Trapani.

“Lo scopo del corso – spiega Noto – è quello di chiarire i rapporti che intercorrono tra le patologie dermatologiche e lo stato della mente, nonché addestrare il clinico a tener presente nell’approccio diagnostico terapeutico l’interazione corpo-mente, con il fine di migliorare la qualità diagnostica e dell’assistenza, in particolare l’alleanza medico-assistito, così importante per l’aderenza terapeutica”.

Provider e segreteria organizzativa sono a cura di Biba Group.

Lascia un commento