“Gravi carenze”, Nas sequestrano ospedale nel Casertano

di oggisalute | 4 aprile 2019 | pubblicato in Attualità
nas_carab_ftg

Scoperte gravi carenze all’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca (Caserta) che hanno portato al sequestro preventivo da parte dei Nas dell’intera struttura. Pochi giorni fa nell’ambito delle attività che hanno visto la notifica di 18 provvedimenti cautelari a carico di medici dirigenti e infermieri da parte della compagnia dei carabinieri Capua, i Nas di Caserta hanno effettuato un’accurata ispezione presso nosocomio sessano. I militari ha rilevato la presenza di molteplici e notevoli carenze strutturali, funzionali e organizzative che interessano, in particolar modo, il complesso delle sale operatorie e il servizio di Radiologia.

Inoltre, nel corso delle verifiche, è stata accertata la mancanza della prevista autorizzazione all’esercizio della struttura ospedaliera, così come previsto dall’art. 193 Testo Unico Leggi Sanitarie (R.D. n. 1265/34), in relazione alla Delibera di Giunta regionale della Campania n. 7301/2001.

Per questo motivo, le carenze saranno segnalate alla competente Commissione, mentre l’assenza dell’autorizzazione all’esercizio, essendo una fattispecie di carattere penale, comporterà la denuncia all’autorità giudiziaria del legale rappresentante. I militari hanno quindi disposto il sequestro preventivo d’urgenza dell’intero ospedale con facoltà d’uso, onde evitare l’interruzione delle prestazioni e ulteriori disagi per gli utenti.

(Fonte: Adnkronos)

Lascia un commento