Veneto fa ricorso contro il decreto

Vaccini, Fedeli: “Niente proroghe,
la Lombardia è fuori legge”

di oggisalute | 31 agosto 2017 | pubblicato in Attualità
fedeli_valeria_parla_fg_3-2-2926159667

“Nessun rinvio, su questo io e la mia collega Beatrice Lorenzin siamo fermissime. Quindi la Lombardia, che concede una proroga, è semplicemente fuorilegge”. Lo afferma la ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli, in un’intervista a ‘La Repubblica’, sottolineando che “sarà fatto di tutto per facilitare famiglie e scuole”.

“Niente deroghe, altrimenti perché fare un decreto? – ripete Fedeli – Il tema è serio, non è un problema burocratico: stiamo parlando di tutela della salute pubblica. Chi non vuole sottoporre i propri bambini fino a 6 anni alla profilassi obbligatoria dev’essere consapevole che questi non potranno frequentare la scuola”.

“La preoccupazione per il carico di lavoro e di competenze è vera, ce l’ho ben presente, così come so bene che il personale amministrativo nelle scuole è sotto organico – precisa il ministro – Nelle condizioni date, stiamo facendo il possibile a tutela dei bambini. E tutto il lavoro, condiviso col ministero della Salute, va nella direzione che siano le Asl a gestire la certificazione sgravando le scuole”.

Intanto, il governatore Luca Zaia, ha dichiarato che il Veneto è “l’unica Regione che ha fatto ricorso contro il provvedimento che istituisce l’obbligo vaccinale per l’iscrizione a scuola e sta chiedendo una sospensiva di fronte alla Corte Costituzionale. C’è un confronto in corso con i nostri uffici ed emetteremo un provvedimento per interpretare la legge, perché pensiamo che ci siano dei varchi che ci permettano di essere meno coercitivi”.

(Fonte: Adnkronos)

Lascia un commento