Alimentazione e tumori: sportelli informativi gratuiti allo Ieo

di oggisalute | 5 ottobre 2015 | pubblicato in Attualità
ieo

Sportelli informativi gratuiti sull’alimentazione come aiuto nella prevenzione o come parte integrante di una terapia: con questa iniziativa l’Istituto Europeo di Oncologia partecipa alla campagna “Ottobre Rosapromossa da Onda, (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna), un mese interamente dedicato alla sensibilizzazione e alla prevenzione delle principali malattie femminili. La campagna ha ricevuto il patrocinio delle maggiori Società Scientifiche e Associazioni che si occupano della salute femminile e coinvolge gli ospedali che, insieme a IEO, fanno parte del network “Bollini Rosa”, il noto marchio di qualità attribuito ai centri a misura di donna.

L’Istituto Europeo di Oncologia ha un’esperienza unica in Italia e in Europa nella tutela della salute delle donne in ambito oncologico. Per il tumore del seno in particolare è fra i primi ospedali al mondo, sia per numero di pazienti trattate che per qualità dei risultati delle cure, e anche nell’ambito degli altri tumori femminili è un riferimento internazionale per le terapie innovative. La prevenzione in tutte le sue declinazioni – dagli stili di vita alla valutazione del rischio genetico, dall’anticipazione della diagnosi fino alla prevenzione delle recidive – è sempre stata una parte fondamentale dell’attività di IEO per le donne.

Da qui è nato SmartFood, progetto di ricerca e divulgazione scientifica sui fattori protettivi della dieta per un nuovo approccio nutrizionale alla prevenzione. Il progetto SmartFood di IEO impegna ricercatori, nutrizionisti e medici in una stessa direzione: selezionare cibi protettivi per la salute e comunicare i risultati della scienza in ambito nutrizionale. Il progetto è coordinato da Lucilla Titta, ricercatrice in scienza della nutrizione che, insieme ad altri esperti di Smartfood, animerà l’Ottobre Rosa dello Ieo. Sarà attivo anche uno sportello dedicato al tema importantissimo della nutrizione clinica, cioè come alimentarsi durante le terapie, coordinato dalla dietista Annarita Sabbatini, responsabile del Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica IEO.

«Le donne curate per tumore al seno sono più di 500.000 in Italia e quasi il 90% vive in buona salute a 5 anni dalla diagnosi – dichiara Paolo Veronesi, Direttore della Chirurgia senologica – Il loro benessere è un bene preziosissimo e delicato, che va tutelato con ogni mezzo. Sappiamo che una sana alimentazione e uno stile di vita attivo sono in grado di abbassare il rischio di riammalarsi, aiutano a gestire gli effetti collaterali delle terapie e migliorano la qualità della vita».

«La ricerca internazionale sta dimostrando con sempre maggiore evidenza che l’alimentazione, associata al movimento, gioca un ruolo importante anche nella prevenzione dei tumori cosiddetti ginecologici: ovaio, collo dell’utero e corpo dell’utero – aggiunge Nicoletta Colombo, Direttore del Programma di Ginecologia – E’ ormai accertato che un’alimentazione sana e molto varia, ricca di frutta e verdure di stagione di diverso colore, di cereali integrali e legumi, e povera di carne  rossa (in particolare di salumi e insaccati) fornisce vitamine, sali minerali e altri composti benefici capaci di difendere l’organismo dal cancro, oltre che da altre malattie croniche e degenerative».

Gli sportelli saranno aperti al pubblico il 7 e il 28 ottobre pomeriggio dalle 14 alle 18, con l’accoglienza in IEO, edificio 1, entrata B.  Per informazioni: [email protected]

Lascia un commento

https://www.rezeptfrei-viagra.com

www.steroid-pharm.com

https://pills24.com.ua