Nuovi studi su cervello e linguaggio

Scoperta italiana: leggere il pensiero
non è più fantascienza

di oggisalute | 27 gennaio 2015 | pubblicato in Ricerca
Schermata 2015-01-27 alle 17.20.12

Quante volte avremmo voluto sapere cosa pensa davvero qualcuno di noi o quali segreti nasconde il nostro partner. Leggere nel pensiero è sempre stata una delle fantasie più diffuse. Un sogno che forse adesso potrebbe diventare realtà, grazie a una scoperta italiana che apre nuovi orizzonti negli studi su cervello e linguaggio.

Secondo quanto riportato dal sito Adnkronos si tratta di una ricerca sviluppata dall’Università di Pavia e dalla Scuola superiore Universitaria Iuss-Pavia e descritto su ‘Pnas’.

“Lo studio, condotto misurando l’attività elettrica del cervello in persone in stato di veglia durante operazioni neurochirurgiche, – si legge sul sito – rivela per la prima volta che quando si pensa, anche senza parlare, i neuroni del linguaggio comunicano tra di loro. Con onde elettriche che ‘copiano’ le onde sonore delle parole corrispondenti. Di fatto ciò rende potenzialmente possibile ‘leggere il pensiero’ misurando l’attività elettrica direttamente, senza attendere l’emissione della voce dalla bocca”.

“La capacità di leggere il ‘linguaggio interno’ direttamente dall’attività cerebrale – commenta all’Adnkronos Stefano Cappa, ordinario di Neuropsicologia – potrebbe costituire una importante base per lo sviluppo di dispositivi protesici in grado di aiutare chi ha perso la capacità di articolare la parola in seguito a malattie del cervello”.

Lascia un commento

данабол

https://antibioticlistinfo.com

www.steroid-pharm.com